C’era una volta… a Tremiti la colazione dei nonni: ‘a zuppa ‘e latte, l’uorgio ,‘o pane sereticcio, l’ova sbattuto

0
643

di Maria Teresa De Nittis

C’era una volta… le fiabe incominciavano sempre così, e con queste parole iniziava anche la favola della mia vita a casa dei nonni materni a San Domino, dove ho trascorso la mia infanzia e dove tutti “vissero sempre felici e contenti”… fino a un certo punto!  C’era comunque, una volta, la nonna Tullia che, trascorreva molto tempo in cucina tra pentole e padelle e, figli e parenti da sfamare anche quando durante, quel primo dopoguerra gli alimenti a disposizione erano pochi e occorreva arrangiarsi, perché tutto era legato, alla stagionalità, ai tempi della natura, a ciò che la terra e il mare delle isole potevano offrire. ‘A zuppa ‘e latte, citata nel capolavoro di Eduardo De Filippo, “Natale in casa Cupiello“, era la colazione che alla fine degli anni cinquanta prima di uscire di casa, in inverno, per andare a scuola, mi preparava la nonna, col pane raffermo spezzettato e sistemato in una tazza, oltre al “ filoscio” da mettere in cartella. Il nonno e mio fratello Tonino reclamavano (“voglio ‘a zuppa ‘e latte”) appena svegli, a letto, la zuppa di latte col caffè o con l’orzo (l’uorgio). A pranzo e cena si alternavano, minestre, legumi, verdure, pesce, cacciagione. Carne poca e solo ogni tanto. Le merende in casa erano fatte di pane e pomodoro, uovo sbattuto, pane e olio. L’uovo sbattuto era una specie di ricostituente o, come si direbbe oggi, un integratore alimentare che si dava a grandi e bambini, quando apparivano un po’ sciupati.

L’uovo sbattuto, da non confondere con lo zabaione, è una crema gialla e soffice, profumata, dolcissima per prepararla occorre un uovo rigorosamente fresco  che si può correggere con un po’ di marsala o caffè

Ingredienti

1 uovo fresco
1 cucchiaio di zucchero. La quantità può variare un po’ a seconda di quanto lo si vuole cremoso. Più zucchero si aggiunge più sarà cremoso.

Procedimento

Rompere l’uovo e separare il tuorlo dall’albume. Mettere il tuorlo in un bicchiere, aggiungere lo zucchero e con una forchetta o un cucchiaino sbatterlo energicamente fino a raggiungere la cremosità desiderata.

1
3
5
4
2
6
1 3 5 4 2 6