Festina Lente. La poesia nel tempo veloce

0
279

M.T. DE NITTIS, Festina Lente. La poesia nel tempo veloce, a cura di Edoardo Desiderio, Ed. Autopubblicato, Terni 2019, pag.: 5 testi di presentazione; 90 liriche: in italiano e in dialetto tremitese  (napoletano), 51 tavv. color.

Ogni esperienza ha una sua crescita “ naturale”: cioè comincia lentamente, poi accelera quando arriva a un punto spontaneo di sviluppo; oscilla, rallenta, cambia e si evolve secondo le situazioni. Partire adagio, senza fretta,avere pazienza di provare,esplorare scoprire; ma essere pronti ad accelerare i tempi,a cogliere  con prontezza e velocità le occasioni favorevoli. Il pensiero creativo e riflessivo è legato alla lentezza ma è anche un pensiero “pesante da portare, che trascina con sé il fardello della memoria e il peso dei dubbi e le incertezze dei ragionamenti”. Per questo, Festina Lente è il titolo che si vuol dare alle liriche di Maria Teresa De Nittis, la poetessa che, in questa raccolta dipinge anche con le parole quadri colmi di attese, e soprattutto di meraviglia per lo spettacolo che l’universo propone nella sua fragile metamorfosi ma persistente bellezza. Il percorso poetico di Maria Teresa De Nittis è un viaggio culturale lento, complesso,  affascinante  che si comprende meglio analizzando la  biografia dell’artista e le ultime mostre di pittura che mirano all’analisi dei fenomeni di mutamento, provocati dall’evoluzione climatica del pianeta,dalle origini della vita, miliardi di anni fa, testimoniato dalle conchiglie fossili, incastonate nelle pietre, un esempio di splendida lentezza. Poesia e pittura, interagiscono l’una con l’altra, si integrano a vicenda, si completano ma vanno sempre nella stessa direzione: è il processo artistico di Maria Teresa De Nittis. Volume di 250 pag. : 5 testi di presentazione; 90 liriche: in italiano e in dialetto tremitese  (napoletano); 51 tavv opere dell’A. e  appendice fotografica.